Logo

Furti al Tennis club

DUEVILLE. La denuncia del presidente dopo l'ennesima razzia

Tre colpi in un anno «Sono esasperato»

Rubati computer, attrezzature e soldi devastando porte e impianto d'allarme con danni totali per 20 mila euro

Nuovo assalto al Tennis club di Dueville. E questa volta il suo presidente si dice «esasperato». Con l'ultimo colpo messo a segno l'altro giorno salgono a tre i raid, in poco più di un anno, alla sede del circolo di viale dello Sport.Complessivamente i furti hanno causato quasi 20 mila euro di danni, tra la devastazione di porte e sistema d'allarme e la refurtiva. In più c'è da tenere conto del disagio che interessa sia il direttivo che il bar messo a servizio degli appassionati della racchetta. «La situazione è intollerabile - spiega il presidente del club, Fidenzio Benedetti - Ormai non c'è più niente da rubare e in ogni caso le spese per sistemare i danni risultano sempre più alte del valore della refurtiva».La scorribanda più recente risale alla scorsa domenica, quando i malviventi sono entrati in azione, con il favore delle tenebre, prendendo di mira il piccolo stabile che ospita il bar con la cucina, gli spogliatoi e l'ufficio amministrativo del circolo.Prima hanno tentato di forzare una finestra sul lato sinistro della struttura, crepando un vetro. Poi, cambiando fronte, hanno fatto leva probabilmente con un piede di porco sulla finestra dell'ufficio, riuscendo a entrare.Dopo questa prima effrazione si sono quindi dedicati alla porta che conduce al bar e poi a quella da cui si accede alla cucina. Forzati gli accessi hanno quindi provveduto a mettere fuori uso il sistema antifurto, tranciando i cavi della linea telefonica e facendo letteralmente a pezzi la sirena collegata al dispositivo di sicurezza.A quel punto, i ladri hanno avuto tutto il tempo di mettere a segno il colpo svuotando il registratore di cassa del bar, che conteneva circa 200 euro in monete. «Il fatto che domenica ci fosse denaro all'interno è stata una casualità - conferma Benedetti - Abitualmente rimane vuoto, quando l'attività non è aperta. Poi hanno rubato tre computer che usavamo per le attività del club. Riacquistarli ci costerà circa duemila euro». I ladri hanno rubato anche una cassa audio del valore di quasi 200 euro per poi fuggire lasciando i locali a soqquadro. «Non riusciamo a spiegarci questo accanimento nei nostri confronti: forse il Tennis club è preso di mira perché si trova in una posizione nascosta essendo sul retro del palazzetto e delle piscine». In passato, i ladri avevano portato via anche cibo e bevande, causando migliaia di euro di danni. «Forse - conclude il presidente Benedetti - dietro all'episodio avvenuto domenica, che abbiamo già denunciato ai carabinieri, c'è una mano più esperta: magari professionisti che, a mio giudizio, conoscevano come abbiano strutturato lo stabile e, quindi, come agire»

Tagged under: furti tennis
Democratici per Dueville © - All rights reserved.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.