Forzati i distributori di bibite e merendine

Raid notturno fra sabato e domenica
Ladri al palasport
In fumo 300 euro fra bottino e danni provocati alle macchinette della sede dell´Acs Povolaro

Per i ladri, in tempi di crisi, tutto è appetibile, anche i distributori di merendine e di bevande calde. Lo sanno bene i membri dell´Acs Povolaro, società di pallavolo che ha in gestione il palasport della frazione in via Malaparte: nella notte tra sabato e domenica uno o più malviventi hanno forzato le macchinette poste all´entrata del palazzetto. Questo è il secondo episodio, dopo il primo avvenuto a novembre. «Hanno rubato poche decine di euro, sono più ingenti i danni», spiega la presidente dell´associazione Anna Lussi. «Hanno anche aperto le porte di un ufficio e del magazzino, ma lì hanno lasciato solo un gran disordine senza portare via nulla. Ad una prima stima serviranno circa 300 euro per sistemare l´effrazione di serrature e distributori».


Secondo le immagini riprese dalla telecamera della videosorveglianza comunale, i movimenti all´interno del palasport sono iniziati dopo le due e mezzo di notte, ma dai fotogrammi non si riesce a distinguere se fossero una o più persone. «Non sono presenti segni di forzatura sulle porte che conducono all´esterno quindi i ladri potrebbero essersi nascosti all´interno della struttura durante la partita di pallavolo che si è svolta sabato sera, per poi aspettare che tutti se ne fossero andati ed entrare in azione», ipotizza Lussi. «Per uscire, invece, non avranno avuto problemi visto che gli accessi sono dotati di maniglioni antipanico». Un episodio analogo era già capitato lo scorso novembre, con un quantitativo simile di denaro rubato. «Proprio per evitare che si ripetesse, il gestore delle macchinette aveva rinforzato con lucchetti e sbarre le casse. Contromisure che non hanno frenato quei malviventi».

Tagged under: furti

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.