Fiamme nell´abitazione - Confermata l´inagibilità

DUEVILLE. Dopo il rogo scatenato dal corto circuito di un caricabatterie

Troppo pesanti i danni riportati. Gli inquilini hanno trovato ospitalità da un collega di lavoro dell´uomo

È completamente distrutta e per questo dichiarata inagibile l´abitazione in via delle Fornaci a Vivaro di Dueville, all´interno della proprietà dell´azienda Esse Solai, dove nel pomeriggio di venerdì si è sviluppato un violento incendio. Salvi per miracolo la padrona di casa, una donna nordafricana incinta che si trovava con il figlioletto.

Ora la famiglia, composta anche dal padre Bontayab Elkebir, dipendente della ditta, si trova però senza un tetto sotto cui vivere.
Per questo, spinti dalla solidarietà, i colleghi dell´uomo, che lavora nell´azienda che produce solai prefabbricati e coperture, hanno offerto ospitalità alla famigliola, almeno fino a quando non sarà disponibile un nuovo alloggio.
A raccontarlo è il titolare dell´azienda, Giampaolo Pertile: «Madre, padre e figlioletto sono stati ospitati da un collega di lavoro, nell´attesa che i tempi tecnici dell´assicurazione e della ristrutturazione consentano loro di tornare a vivere nell´abitazione».
La casa, che si trova tra i capannoni dell´azienda, è stata concessa al dipendente in comodato d´uso gratuito, dal momento che l´uomo svolge anche le funzioni di custode. Al momento dello scoppio del rogo, intorno alle 15 di venerdì, Elkebir non si trovava infatti in casa, essendo impegnato al lavoro.
In quei momenti, sola con il bimbo di due anni, c´era la moglie, che, improvvisamente, si è accorta delle fiamme che avevano cominciato a sprigionarsi da dietro un divano.
Inserito nella presa c´era un caricabatterie per cellulare che, forse a causa di un surriscaldamento, questa la tesi più probabile confermata anche dai vigili del fuoco, avrebbe preso fuoco.
Le fiamme hanno divorato rapidamente il divano e i mobili, invadendo l´intero salotto e costringendo la donna e il bimbo a rifugiarsi sul balcone. Le urla avrebbero attirato il marito e i colleghi, che utilizzando alcuni estintori sono riusciti a mettere in salvo mamma e figlio e a contenere l´incendio fino all´arrivo dei vigili del fuoco che poi hanno provveduto a spegnere il rogo definitivamente.
«Per fortuna non è successo nulla alle persone», commenta il titolare. «La casa sarà sistemata e la famiglia potrà tornarci a vivere».

Tagged under: incendio

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.