Fango e nebbia non fermano i 2.500 podisti del Redentore

DUEVILLE. Il Marathon Club di Maddalene il gruppo più numeroso. Cresce il numero di iscritti

Successo per l'edizione della marcia nonostante il maltempo durato per tutta la mattinata. Percorsi nei sentieri e in riva al torrente Astico

Il fango e la nebbia non hanno fermato i 2500 podisti che ieri sono scesi in strada per la 43° edizione della Marcia del Redentore di Povolaro. Nonostante il maltempo, anche ieri mattina l'evento podistico che ogni anno parte dal centro della frazione duevillese ha attirato centinaia di marciatori all'evento sportivo non competitivo, denominato anche 40° Trofeo Silvano Meneghini e 17° Trofeo Redenzio Battistella. Tanti i gruppi giunti da ogni angolo della provincia in piazza del Redentore: tra i 64 accorsi, i più numerosi sono stati il Marathon Club di Maddalene, il Santa Croce di Bassano del Grappa, il Laverda di Breganze, seguiti dal Corri Con Noi di Dueville e dai Podisti Marosticensi. La manifestazione, organizzata dall'Asd Marciatori "Da Nico" di Povolaro, ha proposto ai partecipanti quattro percorsi rispettivamente da 4, 8, 13 e 21 chilometri. L'itinerario più lungo, partendo dal cuore della frazione si è sviluppato verso via Astico Antico per giungere poi a Passo di Riva e continuare in direzione Lupia. Giunti in centro a Sandrigo, i marciatori hanno quindi affrontato un tratto del percorso della Motta del Diavolo per tornare infine a Povolaro passando per Lupiola. Durante la marcia i podisti, inoltre, hanno avuto modo di correre o passeggiare su alcuni sentieri sterrati lungo gli argini del torrente Astico. «È stata una bella manifestazione podistica, pianeggiante e con degli interessanti scorci tra campi e aziende agricole», hanno commentato Alberto Tezza della Fulminea Running Team di Thiene e Gianluca Carretta del Fai Zanè Runners Team. «Questo è un evento che spazia molto tra i Comuni e le frazioni della zona». «Fortunatamente il tempo ha retto», hanno aggiunto Romeo Cecchin di Tezze sul Brenta e Giusy Bernardi di Caldogno. «Ci ritroviamo ogni domenica: questi appuntamenti sono l'occasione ideale per praticare attività fisica». «I numeri ci indicano che gli appassionati delle manifestazioni podistiche non competitive sono in aumento: il nostro gruppo cresce ogni anno di circa dieci persone», spiega Francesco Valente del gruppo Da Nico.

Tagged under: marcia Povolaro

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.