Logo

Evacuate a causa del rogo Tornano a casa dopo 3 anni

A fine 2014 un cortocircuito ha distrutto alcuni alloggi lungo la strada Marosticana

L'amministratore: «Tempi lunghi per complicazioni di tipo assicurativo»
Rientrano cinque famiglie ed è stata organizzata una festa condominiale

A Passo di Riva di Dueville tutti ricordano il giorno di Natale 2014, per l'incendio divampato all'interno del condominio al civico 318 della strada Marosticana. Un rogo che ha ustionato gravemente una donna, oltre a intossicare lievemente cinque persone e a impegnare nelle operazioni di spegnimento 15 uomini e sei mezzi dei vigili del fuoco. Gli inquilini degli otto appartamenti resi inagibili dalle fiamme si sono visti costretti a trovarsi una sistemazione temporanea - alcuni da parenti e amici, altri in strutture fornite dal Comune - aspettando l'inizio dei lavori di sistemazione. Un'attesa che, a causa di lungaggini legate alle coperture assicurative, è durata addirittura oltre due anni e mezzo. Finalmente le opere di sistemazione sono state ultimate e, nei prossimi giorni, i residenti della palazzina potranno tornare a vivere all'interno dei propri appartamenti.«Per celebrare il ritorno di queste persone, una ventina in tutto, i vicini hanno deciso di organizzare per sabato 22 luglio una festa di bentornato nell'area verde antistante la palazzina - spiega l'amministratore del condominio Filippo Cherobin - Per il momento rientreranno quattro famiglie, mentre una quinta tornerà nei prossimi mesi. Degli otto appartamenti colpiti dal fuoco quattro sono stati sistemati e due sono in fase di ultimazione. Nei restanti non sono stati svolti interventi e non saranno abitabili, condizione che però non compromette l'agibilità delle altre sei unità abitative». Per Cherobin le lunghe tempistiche di rientro sarebbero legate non tanto allo svolgimento delle opere e al riottenimento dell'agibilità, ma «a complicazioni in ambito assicurativo».«Al momento dell'incendio - aggiunge l'amministratore - non era attiva una polizza condominiale. Inoltre l'assicurazione che copriva l'appartamento da cui è partito l'incendio ha tergiversato fino ad ora sulla liquidazione dei danni. Perciò è toccato ai proprietari delle abitazioni finanziare gli interventi, il cui valore complessivamente ammonta a non meno di 180 mila euro». Per ora, dunque, non ci sarebbe stato alcun risarcimento a copertura, totale o parziale, degli ingenti danni. «L'anno scorso è stato svolto un accertamento tecnico preventivo che ha confermato da dove sono partite le fiamme scatenate da un cortocircuito. Entro la fine di luglio i proprietari degli appartamenti parteciperanno a una mediazione civile con la compagnia assicurativa. Questo sarà l'ultimo tentativo di risolvere la questione in via bonaria; altrimenti, si passerà ad una causa civile per ottenere il risarcimento», conclude Cherobin.

Tagged under: passo di riva incendio
Democratici per Dueville © - All rights reserved.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.