Esperto per i deputati su finanze e rinnovabili

IL PERSONAGGIO. Giovanni Sorzato è l'unico veneto nella Consulta della sesta Commissione

«Il presidente Maurizio Bernardo mi ha chiesto di partecipare Siamo una settantina di persone, ci incontriamo una volta al mese»

C'è anche la curiosità di vedere come funziona il "dietro le quinte" dei lavori parlamentari, capire il percorso attraverso il quale si arriva a formulare una legge. Giovanni Sorzato ha così accettato con entusiasmo la proposta di entrare a far parte, unico veneto, della Consulta degli esperti che lavora a supporto della sesta Commissione della Camera dei deputati, quella che si occupa di Finanze. Commercialista di Dueville, si è specializzato nella fiscalità legata allo sfruttamento delle energie rinnovabili: «Un ambito di cui non molti si occupano - spiega Sorzato - Anche per questo motivo mi è stato chiesto di entrare a far parte della Consulta. Collaboro con un conoscente dell'onorevole Maurizio Bernardo, il presidente della Commissione finanze, che ha voluto conoscermi e mi ha spiegato che sarebbe stato utile avere qualcuno con la mia competenza specifica. Auspico che la mia partecipazione alla Consulta possa anche contribuire a portare all'attenzione del Parlamento le istanze del territorio».La Consulta degli esperti è composta da una settantina di persone, tra cui docenti universitari, commercialisti, giudici, anche qualche generale in pensione. «Il lavoro - continua Sorzato - consiste in approfondimenti e ricerche su un determinato argomento, di cui la Commissione si sta occupando. Ciascuno può dare il proprio contributo, a seconda delle competenze. Il materiale viene poi spedito a tutti, in modo che ne possiamo prendere visione. Ci riuniamo una volta al mese, ma questi incontri servono per tirare le fila e produrre documenti che poi vanno alla sesta Commissione».La Commissione finanze si occupa appunto di finanze e tributi, compresa la disciplina delle verifiche tributari e dei controlli fiscali: di credito, compreso il settore delle banche pubbliche; di Borsa, assicurazioni, disciplina dell'attività delle società commerciali, disciplina dei beni appartenenti al demanio e al patrimonio dello Stato e degli enti territoriali. Queste sono le macro-aree, poi ci si concentra su tematiche più specifiche: «Negli ultimi mesi si ci è occupati, ad esempio, di voluntary disclosure, cioè la possibilità di sanare la posizione per chi ha attività all'estero non dichiarare al Fisco; di sofferenze bancarie, naturalmente, visto quanto è successo anche nel Vicentino». L'onorevole Bernardo, Ndc, ha sviluppato molto il tema dell'educazione finanziaria: la relativa legge, che attende il parere della commissione Bilancio per essere varata, prevede che il Governo adotti una strategia nazionale per l'educazione finanziaria, con le relative linee guida, volte appunto a diffondere le competenze necessarie per la gestione del risparmio privato.Non è ancora arrivato il momento, per Sorzato, di mettere in pista la propria specializzazione: «Quello delle energie rinnovabili è un tema strategico - afferma - Lo considero un vero volano economico, perché può creare lavoro. Gli investimenti ci sono, anche se al momento sono soprattutto stranieri». Per l'eolico e il fotovoltaico gli investimenti sono solitamente programmati nel breve o medio periodo, anche perché i contributi statali hanno un termine. Diverso il discorso per l'idroelettrico, che ha una componente immobiliare importante, e richiede investimenti durevoli. «Sempre più aziende anche vicentine si sono messe a produrre energia. Le opportunità sono notevoli, anche perché la tecnologia in questo settore si sta sviluppando rapidamente».


Gianmaria Pitton
Tagged under: Giovanni Sorzato

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.