Ottavo editoriale Giornale di Dueville

Bilancio di una lunga estate calda.
Dopo una estate a dir poco “infuocata”, dove si parlava principalmente di due argomenti e cioè il gran caldo e l’emergenza profughi (a Dueville, a dire il vero, anche del progetto Piazza e del primo

stralcio pista ciclabile Vivaro) voglio utilizzare questo spazio non per rispondere alle polemiche che hanno appunto animato la piazza, soprattutto virtuale (in altri spazi parleremo di almeno
due di questi argomenti), quanto per parlare dei nostri ragazzi e dei nostri giovani. Chiedo fin d’ora scusa se non riesco a citare tutti i buoni e belli esempi che abbiamo e dei quali dobbiamo essere orgogliosi:

  • complimenti ai ragazzi che hanno ottenuto il diploma di terza media con buoni, buonissimi risultati (in alcuni casi con la lode), magari praticando uno sport anche a livello agonistico, a conferma di come
    sia possibile conciliare sport e formazione.
  • auguriamo un buon cammino a Don Matteo Barausse di Povolaro, 30 anni, ordinato sacerdote lo scorso 30 maggio nel seminario missionario Redemptoris Mater di Varsavia, in Polonia ed ora in servizio
    presso la Parrocchia di Tutti i Santi di Varsavia dove, su delega del Vescovo, è responsabile della Pastorale degli Italiani.
  • complimenti ai giovani che hanno superato con successo gli esami di maturità: molti, anche in questo caso, con il massimo dei voti e addirittura con la lode. Ma ogni traguardo raggiunto, se conquistato
    con impegno, merita il nostro riconoscimento.
  • un grazie a tutti i giovani (e sono tanti, solo che a volte ce ne dimentichiamo) che partecipano con impegno (spesso anche con incarichi a livello di direttivo) ad un’attività musicale, culturale, di promozione
    ambientale, in gruppi parrocchiali, in attività di animazione e molto altro ancora.
  •  non voglio dimenticarmi dei più piccoli e cioè i bambini che frequentano l’asilo nido e le scuole d’infanzia: un impegno al quale non voglio in alcun modo rinunciare è la visita, più volte l’anno, delle nostre
    scuole (comprese ovviamente le primarie e la secondaria). L’incontro con i ragazzi e con gli insegnanti è impagabile e ogni volta esco dalle classi portando con me nuovi stimoli e nuove idee per eventuali
    iniziative.

Mi rivolgo infine a tutti i giovani che praticano un’attività sportiva: in questo giornale abbiamo sempre dato molto spazio alla presentazione delle attività delle nostre società e agli importanti traguardi raggiunti
e questo numero non farà eccezione.
Vi invito a leggere con attenzione i resoconti del grande lavoro che fanno le nostre società sportive.
A chiusura di questo spazio permettetemi di citare in particolare una persona, la nostra Gloria Tessaro: credo sia doveroso ricordare questa nostra concittadina che sta raggiungendo traguardi incredibili a
livello nazionale. Ultima vittoria la medaglia di argento sui 1500 metri ai Campionati Italiani Assoluti di Torino, svoltisi dal 24 al 26 luglio 2015, con il tempo di 4’20”98, seconda soltanto alla campionessa delle
Fiamme Gialle Margherita Magnani.
Ringraziando Gloria e complimentandomi con Lei voglio veramente racchiudere nello stesso grande grazie tutti i ragazzi e giovani per il messaggio che danno, in particolare a noi adulti: dobbiamo avere più
fiducia in loro, è sicuramente ben riposta.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.