Dueville-Schio, duo sul Nordest


LA RASSEGNA. Da stasera al 22 agosto al via una serie di eventi e laboratori teatrali con la direzione artistica dello scrittore Vitaliano Trevisan

In cartellone c´è il tema ricorrente del Veneto in trasformazione, anche se il titolo è ispirato alla sigla dei cartoni Looney Tunes

Torna in campo, per il quarto anno consecutivo, la rassegna estiva organizzata dallo scrittore e drammaturgo Vitaliano Trevisan. Due città coinvolte, sei compagnie teatrali e un laboratorio attoriale che da oggi al 22 agosto allieteranno le serate estive nella formula ormai consolidata che unisce spettacoli, incontri e workshop teatrali.
Promossa dal Comune di Schio, dal Comune di Dueville, da Assurdo Teatro, Dedalofurioso e Fondazione Teatro Civico, quest´anno il fil rouge scelto segue il tema proposto dall´assessorato alla Cultura scledense, ovvero “That´s all Folk”, ispirato alla sigla di chiusura dei Looney Tunes.
«Il tempo corre veloce quando qualcosa piace - dichiara Vitaliano Trevisan - E nel caso dei Looney tunes, il tempo correva sempre troppo veloce. Così, come nella vita, è anche a teatro: se lo spettacolo ci piace finisce sempre troppo presto».
In scena, in luoghi e giardini insoliti, compagnie italiane che stanno conquistando l´attenzione della critica e del pubblico e alcune compagnie già affermate.
Dopo la positiva esperienza dei laboratori tenuti la scorsa estate viene riproposto un laboratorio con il regista Michele De Vita Conti. Un workshop intensivo, sei giorni di lavoro dedicati all´analisi di alcuni frammenti del testo "Defrag" dello stesso Trevisan. La restituzione pubblica sarà domenica 27 luglio a Schio. Le iscrizioni al laboratorio, che si terrà dal 22 al 26 luglio al Lanificio Conte, sono aperte.
 Per quanto riguarda gli spettacoli in cartellone il tema ricorrente è il Nordest e le sue contraddizioni, indagato in chiave a volta ironica a volte commossa.
  Apre la rassegna, oggi al Busnelli Giardino Magico di  Dueville (ore 21.15) lo spettacolo di Teatro Bresci “Malabrenta” con Giacomo Rossetto. In scena la storia di una della più potenti organizzazioni criminali del Nord Italia dal dopoguerra, “la mala del Brenta”.     Sempre al Busnelli Giardino Magico di Dueville, domenica 20 Luglio (ore 21.15), andrà in scena “Voto di silenzio – storia di un bacio” di Veronica Mc Loughlin, con Giancarlo Previati e Ilaria Pasqualetto. Due naufraghi dell´anima accomunati da un destino di silenzio, chi per voto e chi per condizione umana, caratteriale.
Approda, il 22 luglio a Schio nel cortile della Fabbrica Alta (ore 21.15),  la riscrittura del noto romanzo di Vitaliano Trevisan “Il Ponte” a cura del regista Michele Angrisani. ”Statale” mette in scena tre attori per raccontare il perenne crollo di un passato nel presente di un uomo e di un territorio.
 Sabato 26 Luglio, al Teatro Civico di Schio (ore 21.15), andrà in scena invece “Il malloppo”  di Joe Orton, tradotto da Vitaliano Trevisan per la giovane compagnia Matàz Teatro. Una farsa datata 1964, tutta giocata su una ferocissima satira.
 Marta e Diego Dalla Via chiudono a Schio la rassegna, domenica 27 luglio nel Cortile Fabbrica Alta (ore 21.15), con lo spettacolo vincitore Premio Scenario 2013 “Mio Figlio era come un padre per me”.  Venerdì 22 agosto ci sarà invece una serata-vetrina che vuole essere anche una festa del teatro al Busnelli Giardino Magico (ore 21.15). Un Fuori Scena Party ad ingresso libero dove si avvicenderanno sul palco i giovani attori di Matàz Teatro.
 Info e biglietti: l´ingresso a tutti gli appuntamenti è di 5,00 euro. Informazioni per il pubblico: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., cell 3336289968.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tagged under: Busnelli

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.