Dueville, al Busnelli debutta la Calandra col Caffè di Goldoni

RASSEGNA. E domani anche danza urbana

Domani e alle 20.45 e domenica alle 17 a Dueville si chiude la XVI rassegna “Radici - teatro della tradizione”, con un debutto. Sarà la compagnia teatrale amatoriale La Calandra di Dueville a salire sul palco del Cinema Teatro Busnelli con la prima de La bottega del caffè. La commedia, scritta da Carlo Goldoni nel 1750, viene qui proposta in un originale adattamento agli anni ´60 del XX secolo, curato dalla stessa Compagnia. Il caffettiere Rodolfo si prende a cuore la sorte del giovane Eugenio, che da qualche tempo frequenta assiduamente la casa da gioco di Pandolfo dove ha subíto molte perdite giocando a carte contro il Conte Leandro, “nobile” bolognese.La moglie di Eugenio, Vittoria, cerca invano di far ravvedere il marito, allo stesso scopo è giunta da Bologna la moglie del Conte Leandro, Placida, che ignora l´identità assunta dal marito…
La Calandra, il cui nome scelto rimanda ad un piccolo uccellino che annuncia la nuova stagione e ne è il simbolo, allestisce e porta in scena commedie brillanti in dialetto vicentino, ma non solo. La Compagnia è affiliata a Noi Associazione di Dueville e contribuisce a sostenerne le varie attività culturali. Collabora con Dedalofurioso nell´organizzazione della Rassegna Radici. Biglietti: 8 euro, ridotto 5.
Sul fronte della danza sempre domani alle 17 si conclude con la danza urbana tra le vie di Dueville la seconda edizione del festival “A taste of dance…frammenti di danza contemporanea”, che da febbraio ha calcato il Busnelli. Le vetrine dei negozi prenderanno vita creando uno spettacolo che diverrà corpo a corpo con il pubblico, in una connessione libera e priva di separazioni tra spazio della rappresentazione e spazio dell´emozione. Dal municipio saranno coinvolte le vetrine di Cartoleria Carollo, La bottega della frutta di Matteazzi, Farmacia Milan, Sanitaria Più, 18.1 Abbigliamento, Ottica Andrea ed Emporio 88Pelletteria, per concludere al bar ViaRoma17 per l´incontro con gli artisti.

Tagged under: teatro Busnelli

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.