Dosage zero di Ca´ del Bosco

LE BOLLICINE. Presentato il Millesimo 2009 della “Vintage collection”
Carattere, anzi rigore
Sboccatura in assenza d´ossigeno per evitare shock ossidativi

Idromassaggio delle uve (quelle che in azienda sono battezzate “terme degli acini”: un particolare sistema di lavaggio dei grappoli) e sboccatura in assenza di ossigeno. Ecco le due tecniche che contribuiscono alla raffinatezza delle bollicine Ca´ del Bosco, l´azienda della Franciacorta di cui è presidente Maurizio Zanella, che ha di recente presentato il Millesimo 2009 della sua “Franciacorta Vintage Collection”, trilogia che annovera il Brut, il Dosage Zéro e il Satén. Vale a dire: carattere, rigore e femminilità. «Sono la reinterpretazione dei primi tre Franciacorta prodotti da Ca´ del Bosco a metà degli anni Settanta - ricorda Zanella, che dell´azienda è stato il fondatore - Attraverso questi vini intendiamo esprimere al meglio il nostro terroir e la nostra capacità di valorizzarlo, in modo naturalmente classico». Il che non è solo un riferimento al metodo di riferimentazione in bottiglia, ma anche al profondo rispetto di Zanella per questa terra che regala vini eccellenti.
Il Dosage Zéro è il vino più interessante di questa trilogia - che resta comunque tutta ad alti livelli - perché la mancanza di liqueur alla sboccatura lascia spazio all´espressione più pura delle bollicine. Il Dosage Zéro è il risultato dell´unione di 25 vini base di Chardonnay (65%), Pinot bianco (13%) e Pinot nero (22%).
Il Brut 2009 (Chardonnay 55%, Pinot Bianco 15% e Pinot Nero 30%): la maggiore percentuale di Pinot nero gli dona potenza e nobiltà. È il frutto dell´assemblaggio di 26 vini. Il Satén 2009 (Chardonnay 85% e Pinot bianco 15%) appare, com´è nello stile di questo vino, si presenta più morbido ed elegante. Tutti i vini della “Vintage collection” sono affinati sui lieviti per 48 mesi.
Ca´ del Bosco si estende su 159 ettari vitati e produce un milione e mezzo di bottiglie. Fa parte del Gruppo Santa Margherita, di cui è presidente Gaetano Marzotto.A. D. L.

Tagged under: vino

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.