CorpoREAmente, la danza e la guerra

RASSEGNA. Al cinema teatro Busnelli (e dintorni) prende avvio questa sera “Wdays-Non solo 8 marzo”. Il programma

Con la festa della donna, al cinema teatro Busnelli torna “Wdays - Non solo 8 marzo”. La rassegna, organizzata dalla cooperativa culturale Dedalofurioso in collaborazione con Comune e biblioteca, affronta tematiche appartenenti al mondo femminile in quattro appuntamenti tra danza, cinema, teatro e musica.
“Wdays” prenderà il via venerdì 6 marzo alle 20.45 nel Centro Arnaldi di via Rossi con “Metti a fuoco lo spot”. Durante la serata, ad ingresso gratuito e curata dello sportello Opportunità Donna, verranno presentati i risultati ottenuti nei laboratori di analisi della figura femminile negli spot pubblicitari, partecipati dagli studenti delle scuole medie.

Sabato 7 marzo alle 21 il Busnelli ospiterà un appuntamento della rassegna “A Taste of Dance – Frammenti di danza contemporanea”. Salirà sul palco di via Dante la compagnia Kinesis Danza di Firenze con lo spettacolo “CorpoREAmente”, preceduti in apertura dalla compagnia vicentina Sinedomo nel suo debutto con “It´s Not Me 23.5”.
Invitati a riflettere sul tema del conflitto e della Grande Guerra, i due coreografi Egarese e Salvestrini hanno iniziato a creare “CorpoREAmente” partendo dalla devastazione che un conflitto bellico procura all´individuo, costretto a crearsi un mondo parallelo alterato ed alienato, snaturandone l´essenza. Un viaggio attraverso i sentimenti e gli stati d´animo in cui tutto ruota attorno ad amore, solitudine, rabbia e speranza, contestualizzati sul campo di battaglia.
Il coreografo Tonin di Sinedomo, invece, osserva ed analizza la propria vita come da una vetrina, invitando il pubblico ad entrare con lui in questo spazio e a ritrovarsi e scontrarsi con esso. “It´s Not Me” è un grido liberatorio contro il vetro della quotidianità, un viaggio verso sé stessi e una presa di coscienza.
Ingresso a 10 euro, ridotto a 8 euro e per gli allievi di scuole di danza a 5 euro.
Domenica 8 marzo alle 20, sempre al Busnelli verrà proiettato “Il nome del figlio”, commedia italiana di Francesca Archibugi con Valeria Golino, Alessandro Gassman, Micaela Ramazzotti, Luigi Lo Cascio e Rocco Papaleo. L´ingresso sarà gratuito per le donne.
“Wdays” si chiuderà venerdì 27 marzo con lo spettacolo di teatro e musica “Scene d´amor perdute”.

Tagged under: teatro

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.