Che calca sul Minuetto

Ancora disagi per i pendolari sulla tratta Vicenza-Schio
Studenti lasciati a terra
La situazione più critica si è registrata a Cavazzale

Salire sul treno è più dura che passare un esame? Forse no, ma rimane comunque un´impresa difficile per gli universitari che ogni mattina usufruiscono della linea ferroviaria Vicenza-Schio. Anche ieri mattina il treno 5456 in partenza da Schio alle 8.10 e in arrivo a Vicenza alle 8.51 era talmente affollato che più di qualche passeggero è dovuto rimanere a piedi.
«Già a Dueville le persone riuscivano a salire solo facendosi largo a spallate», dice lo studente Fatbardh Lame. «Gli ultimi a salire in carrozza guardavano sbigottiti la calca che avevano davanti agli occhi: non riuscivano a salire e a trovare un appiglio. Il treno poi alle 8.31 è ripartito per Cavazzale: lì non è riuscito a far salire quasi nessuno. In molti hanno fatto dietrofront e se ne sono tornati a casa».
Per il giovane, la situazione all´interno del mezzo di trasporto pubblico aveva dell´incredibile. «Nei Minuetti ci sono blocchi di quattro posti con un cestino al centro che ieri veniva usato come quinto “sedile” aggiuntivo dai viaggiatori», conclude.

Tagged under: treno

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.