Cesare Cacitti: a 14 anni tra i 100 geni d´Italia

Cesare Cacitti rientra nella prestigiosa lista stilata dal giornalista Luna dedicata agli innovatori dell´anno
Il piccolo “Archimede” aveva realizzato una stampante 3D «Adesso ne costruirò un´altra, meno ingombrante e costosa»

Il piccolo Archimede Cesare Cacitti è uno dei cento innovatori del 2013 selezionati da Riccardo Luna, giornalista che si occupa di innovazione su La Repubblica e primo direttore dell´edizione italiana del mensile specializzato Wired. Il piccolo genio duevillese, che a 13 anni ha costruito una stampante 3D, compare nell´articolo “Top 100 del 2013: l´innovatore dell´anno (e altre 99 storie di chi sta cambiando tutto)” uscito su “CheFuturo!” blog diretto da Luna. Il giornalista ha posizionato Cesare al 40° posto della lista. Come sia risalito al piccolo vicentino, lo si legge sul sito. «L´ho scoperto grazie ad un titolo di giornale: “Il ragazzino di 12 anni che insegna a costruirsi una stampante 3D”. Era vero e anche di più», scrive Luna. «Cesare è brillante, curioso, normalissimo e con una gran bella famiglia alle spalle. Alla “Maker Faire” di Roma se l´è cavata benissimo sul palco davanti a mille persone. Da allora su facebook non mi perdo una sua mossa: le foto dei suoi robot sono uno sballo».
«È stato un mio amico a farmi vedere l´articolo di Luna. Io non ci speravo, o meglio pensavo di non rientrare in questa top 100. Mi ha fatto molto piacere», racconta Cesare quasi imbarazzato dietro ad un sorriso pieno di modestia.
Il giovane Cesare Cacitti mostra la sua ultima invenzione«La cosa che mi è piaciuta di più di questo lavoro è l´aver diffuso i nomi di coloro che nel 2013 si sono distinti in Italia per quanto riguarda l´innovazione». Ad ottobre Cesare è stato invitato da Luna alla “Maker Faire” di Roma, fiera europea dei “makers” ovvero, come li definisce Cesare, «persone particolarmente creative che utilizzano la tecnologia per creare». «Ho raccontato la comunità “maker” dal mio punto di vista - aggiunge - aprendo anche una piccola parentesi anche su ciò che ho costruito, dalla stampante 3D fino a quello a cui sto lavorando ora». Il giovane è stato anche ospite del premio Gaetano Marzotto a Valdagno.
Oggi Cesare ha 14 anni, frequenta il primo anno di scienze applicate al liceo Quadri, la sua materia preferita è informatica e ha appena progettato, stampato le parti in plastica e realizzato un robot che si muove su sei “zampe” grazie a piccoli motori alimentati a batteria. «Appena mi arriveranno i pezzi che ho ordinato, voglio costruire una nuova stampante 3D, due volte più piccola rispetto alla precedente e tre volte più economica», conclude sorridente.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tagged under: geni

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.