Centro equestre, accordo raggiunto

CALDOGNO. Si muove l´iter per la realizzazione dell´impianto da 230 mila metri quadrati. Prevista anche un´arena che potrà ospitare cinquemila persone
Ieri mattina è stato sottoscritto il documento di programma fra Regione, Comune e Askoll Passo avanti decisivo per l´opera

Accordo raggiunto tra Regione, Comune e Askoll sul progetto del centro equestre. È stato, infatti, firmato ieri mattina a Venezia il documento di programma tra la società di Alessia Marioni, figlia del patron di Askoll Elio, il sindaco di Caldogno Marcello Vezzaro e il direttore del dipartimento territorio e della sezione urbanistica della Regione Vincenzo Fabris. Un passo avanti decisivo nel piano di realizzazione del maxi centro equestre da 230 mila metri quadrati che verrà realizzato nei campi tra le vie Monte Carega e Palazzina e che punta a diventare un complesso sportivo e polifunzionale unico in Veneto e in Italia. L´accordo, al quale farà seguito una convenzione attuativa tra il privato e il Comune, prevede la realizzazione di impianti sportivi coperti e scoperti, con arena da oltre 5 mila posti a sedere, magazzini, spogliatoi, bar, ristorante, biglietteria, per una superficie coperta di circa 13 mila metri quadri. Nella parco esterno da 60 mila metri quadrati troveranno spazio i 4 campi di prova, le scuderie con box, docce, infermeria e degenza per i cavalli, la club house completa di uffici, segreteria, sala riunioni, alloggi e servizi per il personale del centro, previsto al momento in 12 persone. Sempre all´esterno saranno realizzati parcheggi per 1.190 auto e 170 vans (circa 680 auto), oltre a uno spazio biblioteca e a 22 gazebo/tendoni per fiere ed esposizioni. L´idea alla base è allargare la platea degli utenti organizzando, oltre a manifestazioni e concorsi ippici a livello internazionale, anche attività agonistiche come pattinaggio sul ghiaccio, judo, tennis, calcetto, palla a mano, basket, pallavolo e persino bmx e free style, con la creazione di un circuito ad hoc. Le arene coperte del palazzetto maggiore potranno essere utilizzate per spettacoli, concerti ed eventi, grazie ai 5 mila posti a sedere, oltre che per convegni, mostre, esposizioni. Al Comune Askoll S&J s.r.l concederà a titolo di compensazione opere pubbliche per un valore complessivo di 1 milione e 300 mila euro, come la strada di collegamento tra via Monte Carega e via Monte Pasubio, l´allargamento della rotatoria tra via Palazzina e via Monte Carega, il rifacimento delle fermate dell´autobus in via Palazzina e 2800 metri di piste ciclabili di collegamento con i Comuni contermini. Con la firma dell´accordo di programma è stato anche convenuto il versamento di 100 mila euro alla Regione a titolo di garanzia, dopo la ratifica del documento e la stipula della fideiussione con il Comune per l´intero importo delle opere previste, 1 milione e 300 mila euro. Comune che ha già incassato peraltro, come “anticipazione di beneficio pubblico”, 100 mila euro. Ora, con la firma dell´accordo, si apre la fase delle osservazioni al progetto, per 20 giorni, cui seguirà la valutazione da parte della commissione urbanistica, il ritorno in conferenza dei servizi e il passaggio in consiglio comunale. Solo dopo la palla passerà nuovamente alla Regione, che dovrà dare il via libera definitivo al progetto per decreto. «Dopodichè - spiega il sindaco Marcello Vezzaro - dovrebbero essere depositati i progetti in Comune e tecnicamente non ci sarebbero più ostacoli alla partenza dei lavori».

Tagged under: centro ippico Marioni

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.