Logo

Camerini razziati mentre girano un film nella villa

DUEVILLE. I carabinieri sulle tracce dei due ladri in azione in pieno giorno

Spariti borse, soldi, cellulari, documenti e altro materiale Vittima del furto è stata la troupe di un cortometraggio che alcuni giovani artisti stanno realizzando in paese

Hanno atteso che i giovani attori duevillesi fossero impegnati sul set del cortometraggio "Riflessi d'acqua" per entrare nella stanza adibita a camerino e rubare due borse contenenti portafogli, contanti e smartphone. Un furto, di una certa consistenza, che poi è stato denunciato ai militari dell'Arma della tenenza di Dueville.Stando a quanto segnalato ai carabinieri, martedì pomeriggio la troupe stava girando una scena del filmato in villa Da Porto Casarotto quando, alle 17.30 circa, i ragazzi si sono accorti che dal camerino erano sparite le borse nelle quali, oltre al denaro e ai cellulari, erano stati lasciati anche documenti e alcuni mazzi di chiavi.Gli attori hanno immediatamente pensato ad uno scherzo, ma poi, confrontandosi, hanno capito che qualcuno aveva messo a segno un furto poco prima.Alcuni testimoni pare abbiano visto due uomini allontanarsi dall'edificio storico a bordo di un'auto di colore rosso. L'episodio è stato subito segnalato ai militari della tenenza duevillese, che sono usciti nell'immediatezza dell'accaduto per compiere un sopralluogo in zona.Nonostante il furto subito dalla troupe, ieri davanti al municipio sono continuate le riprese di "Riflessi d'acqua, i volti di Dueville", filmato realizzato per il bando "Fotogrammi Veneti" della Regione Veneto e con il patrocinio dell'Amministrazione comunale.Il cortometraggio, realizzato da un gruppo di giovani duevillesi con la supervisione del regista Ivan Zuccon, già montatore per Pupi Avati, sarà pronto a luglio. Questo progetto, che ha richiesto un anno di formazione eseguita dallo stesso Zuccon, coinvolge una sessantina di ragazzi, perlopiù duevillesi, tra attori, comparse, musicisti, gruppi di danza, atleti e anche studenti.Il film narra la storia di un'anguana che dopo essere emersa dalle acque delle risorgive del bosco di Dueville, attraversa il paese alla scoperta dei luoghi più suggestivi e dei volti duevillesi. «Oltre al bosco, al municipio e a villa Da Porto Casarotto, il cortometraggio interesserà anche il villino Rossi di Povolaro, i due palasport, il teatro Busnelli e il giardino di fronte alla biblioteca», hanno spiegato Michela Tollin e Leonardo Borgo, due dei sette ragazzi che nell'ultimo anno hanno lavorato all'organizzazione, alla sceneggiatura e al casting del video.«L'obiettivo è quello di presentare Dueville, le sue bellezze e i suoi luoghi di interesse, rendendolo attrattivo dal punto di vista turistico: verranno mostrate le specialità gastronomiche come gli spaghi di Sant'Anna e la trota alla Vivarese, oltre alle realtà associative del paese come ad esempio quelle sportive con il calcio, la pallavolo e il baskin, e culturali con la presenza di diversi musicisti provenienti dai corpi bandistici», hanno aggiunto Michela Tollin e Leonardo Borgo. Le riprese del cortometraggio continueranno fino a sabato. «"Riflessi d'acqua" è stato un lavoro collettivo, frutto dell'unione delle idee di questi giovani - ha concluso Zuccon - I ragazzi si sono dimostrati subito molto creativi e attivi nel percorso di formazione sostenuto durante l'ultimo anno». E non sarà certo il furto di borse, portafogli e telefoni cellulari, per un bottino di un migliaio di euro, che farà perdere la voglia di realizzare questo progetto.


Marco Billo
Tagged under: furti film
Democratici per Dueville © - All rights reserved.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.