Brucia una rimessa - Mobilio in cenere e rischio amianto

DUEVILLE. Rogo ieri pomeriggio in via Belluno

Incendio divampato nel garage - Analisi Arpav sul tetto in eternit

Una distesa di cenere e detriti carbonizzati e, su tutto, lo spettro dell'amianto che solo le analisi dell'Arpav potranno fugare o confermare.E' quello che resta del deposito- rimessa della famiglia Marchesin al civico 1 di via Belluno a Dueville, completamente bruciato nell'incendio divampato intorno alle 14. 30 di ieri. Dopo pranzo l'anziana proprietaria di casa, la signora Ada e il figlio, Roberto Martini, si sono infatti accorti che dalla vecchia barchessa costruita accanto all'abitazione si erano sprigionate, all'improvviso, le fiamme. «Eravamo in casa quando abbiamo sentito dei rumori simili al legno quando crepita, degli schiocchi - raccontano madre e figlio - ci siamo affacciati e abbiamo visto che la rimessa stava bruciando».L'uomo è riuscito comunque a portar fuori l'auto, parcheggiata sotto la tettoia, prima che il fuoco avvolgesse e distruggesse tutto. Nel rogo, oltre alla barchessa sono andati completamente distrutti tutti gli attrezzi, gli utensili e il mobilio custoditi all'interno. Per domare il rogo è stato necessario l'intervento di due mezzi dei vigili del fuoco che, spente le fiamme, hanno allertato l'Arpav dopo aver rinvenuto, tra i resti carbonizzati della copertura del deposito, parti in Eternit. I tecnici hanno provveduto ad effettuare le necessarie rilevazioni dell'aria che, una volta esaminate in laboratorio, confermeranno o meno la presenza di sostanze tossiche.

Tagged under: incendio

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.