Assalto bagnato dei 2.500 alla marcia di Povolaro

Nonostante il maltempo in tanti alla 40a edizione della marcia del Redentore
Sono stati 175 i maratoneti che si sono confrontati sui 42 chilometri del percoso più lungo, nonostante la fastidiosa pioggia

Nonostante la brutta gionat in migliaia non hanno voluto mancare per la 40esima “Marcia del Redentore” e la fondazione del gruppo marciatori “Da Nico”, associazione organizzatrice. La pioggia di ieri non ha scoraggiato a Povolaro i 2500 appassionati che tra le 7 e le 9 sono partiti da piazza del Redentore per affrontare un percorso, a scelta, di 7, 13, 21 o 42 chilometri. Tragitti che, dalla frazione, si sono estesi a Dueville, Sandrigo, Bressanvido, Bolzano Vicentino e Monticello Conte Otto. Per la distanza più lunga, hanno invece gareggiato 175 maratoneti.
«Quarant´anni è un arco temporale particolare: un periodo che rimane nella memoria e che attraversa tutte le fasi salienti della vita, dalla nascita alla maturazione», racconta il presidente dell´associazione Francesco Valente. «Non c´è quindi necessità di ricorre ad antichi testi per riportarci agli inizi degli anni ´70 quando fra le tante iniziative veniva alla luce anche il movimento delle marce popolari non competitive della domenica mattina».
Oggi il gruppo conta quasi 300 soci, di tutte le età e ogni anno riesce ad attirare diverse migliaia di appassionati sportivi agli eventi non competitivi proposti. «Oltre alla marcia di Povolaro, organizziamo anche quella di Poianella e la “Carica dei 1500”, in collaborazione con il “Corri con Noi”, per i giovani alunni duevillesi», aggiunge il presidente.
E in base ai percorsi, i partecipanti quando la pioggia ha dato hanno potuto apprezzare gli scorci verdi del paese, con tratti tra campi e fattorie. Durante il tragitto sono stati predisposti punti di ristoro e aree di sosta per chi voleva fermarsi e cioncedersi una pausa. Al traguardo, i marciatori “Da Nico” hanno donato a tutti i corridori un attestato di partecipazione e un gadget in ricordo della manifestazione e dei suoi quarant´anni. Come da tradizione ad animare l´atmosfera della piazza di Povolaro ci ha pensato il complesso bandistico “V.Bellini”, e dopo la musica le acrobazie delle majorette.

Tagged under: volontariato marcia

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.