Logo

Area verde in vendita - È guerra in Consiglio

DUEVILLE. L'opposizione contesta la scelta dell'Amministrazione

La vecchia scuola abbattuta con i 60 mila euro incassati

Scontro in Consiglio, a Dueville. L'opposizione "Dueville Futura" si è opposta alla scelta dell'Amministrazione di vendere una porzione di area verde nel centro di Povolaro per ricevere, come contropartita, oltre 60 mila euro che saranno necessari per la demolizione della vecchia scuola elementare di piazza San Giovanni Bosco nella frazione duevillese. «Da anni ci sono problemi di accesso al caseificio San Vito di piazza Redentore - ha spiegato l'assessore all'urbanistica Enrico Pianezzola durante l'ultima seduta del Consiglio comunale - A seguito di una contrattazione tra un privato e l'Amministrazione comunale, abbiamo valutato di cedere una parte dell'area verde sul retro del caseificio per un controvalore di circa 60 mila euro che dovremmo incassare entro fine aprile». Come spiegato dai tecnici comunali, la porzione di terreno che il Comune ha deciso di cedere è ampia circa 600 metri quadrati e con la variante urbanistica approvata durante la seduta è passata da area verde ad area verde edificabile, sulla quale potranno essere costruiti solo parcheggi o percorsi carrai. Con la realizzazione di un nuovo accesso al caseificio, verrebbe sostituito l'attuale passaggio risalente agli anni '60 e che per la maggioranza causerebbe delle criticità nella viabilità a causa della scarsa larghezza.«L'area andrà al privato senza indice edificatorio - ha aggiunto Pianezzola - Con la vendita, inoltre, la manutenzione del tratto sarà carico del caseificio». «Il Comune vende un pezzo di giardino pubblico ai privati - ha ribattuto con decisione il consigliere Corrado Tosin della minoranza di "Dueville Futura" - Sono contrario a concedere un diritto di passaggio, che attirerebbe camion in quella zona, ma almeno alla scadenza dei termini dell'accordo l'area tornerebbe nostra. La cessione, dunque, è addirittura deleteria perché poi i nuovi proprietari potranno fare ciò che vogliono».Sulla questione è intervenuto anche il sindaco, Giusy Armiletti, che ha confermato: «Con i soldi introitati procederemo con l'abbattimento della vecchia scuola elementare di Povolaro, aprendo così nuovi spazi per il centro. Siamo giunti alla conclusione di questo accordo dopo due anni di trattativa con i privati».

Democratici per Dueville © - All rights reserved.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.