Alcol e dipendenza Si può guarire con gli orti sociali


DUEVILLE. Comune e “Diamoci una mano”

L´Acat partecipa alla coltivazione di 11 mila metri quadri di terreno

Gli orti solidali hanno messo radici profonde a Dueville. Dopo i successi delle prime due edizioni, è stato inaugurato il terzo anno di vita dell´iniziativa che dal 2012 fornisce un appezzamento di terra, e le competenze per coltivarla, a famiglie del paese in difficoltà economiche. «La novità del 2014 sarà la collaborazione con il gruppo Acat Dueville - spiega il vicesindaco Giusy Armiletti - L´Associazione segue persone che hanno (o hanno avuto) problemi legati all´alcol. Dal 2014 parteciperanno anche loro alla coltivazione di frutta e ortaggi negli orti di via Bellini». L´iniziativa degli orti solidali è proposta anche quest´anno dall´associazione “Diamoci una mano” e dal Comune che mette a disposizione 11 mila metri quadrati di terreno. «Dai 18 partecipanti del 2012, siamo passati ai 24 dell´anno scorso e agli attuali 27. Se aggiungiamo anche i volontari che danno una mano, questo progetto ora coinvolge circa 50 persone - aggiunge Armiletti - L´8 maggio anticipazione di “Eticamente 2014”, con cortometraggio girato da una studentessa universitaria sui nostri orti solidali».M.B.

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.