Al via la redazione di una mappa sui corsi d´acqua

Progetto della giunta Armiletti

Servirà a capire come muoversi per tutelare le risorse idriche

Come salvaguardare tutti i corsi d´acqua presenti sul territorio comunale? Tramite la predisposizione del Piano di Tutela delle Acque.
Nei prossimi giorni prenderà il via la redazione di una mappa dei torrenti, delle rogge e dei fossi di tutto il territorio di Dueville con allegati i dati inerenti tanto all´ambito ambientale quanto a quello dell´edilizia privata.
«Questo documento sarà lo strumento con il quale individueremo le azioni per la tutela e la corretta gestione delle risorse idriche comunali, definendo gli interventi per il risanamento dei corsi d´acqua», spiega l´assessore all´urbanistica Augusto Sartori. «Inoltre ne regolamenterà l´uso secondo i principi di sostenibilità, conservazione, risparmio e riutilizzo».
In altre parole l´amministrazione, tramite la realizzazione della mappatura, adotterà misure di tutela per il mantenimento della qualità delle acque, impedendo ogni contaminazione e inquinamento originato dall´agricoltura o dalle attività del territorio.
«Per tutelare fiumi, canali, rogge e fossi innanzitutto verrà disciplinato il regime degli scarichi», aggiunge Sartori. «Saranno individuate le aree a rischio esondazione, poi inserite anche nel piano della protezione civile. Ciò andrà a influire anche nell´edilizia privata: le norme indicheranno esattamente dove e come sarà possibile costruire».
La redazione del documento avrà un costo per il Comune di poco superiore ai 3 mila euro e sarà affidato ad un ingegnere che già in passato ha avuto modo di realizzare piani simili per il territorio duevillese.
«Il PTA è necessario in quanto Dueville è inserita negli elenchi delle aree di primaria tutela dei corsi d´acqua e particolarmente vulnerabili ai nitrati. Queste sostanze – precisa l´assessore – vengono utilizzate come concimi e fertilizzanti in agricoltura. Per evitare che superino i limiti consentiti è indispensabile, dunque, un attento monitoraggio delle zone più sensibili in cui è necessario avviare un´attività di prevenzione prima che si presenti il problema».

Tagged under: urbanistica acqua

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.