Al Festival il film coi ragazzini di Dueville

CINEMA. Approda in laguna la pellicola "Facciamo Cinema", realizzata dal regista Ivan Zuccon coinvolgendo 45 alunni delle quinte elementari

Il montatore di Pupi Avati ha girato per tre mesi alla "Don Milani" aiutato dadue maestri. La storia dai Lumière in poi vista dai ragazzi

Un film sulla storia del cinema, vista attraverso gli occhi dei bambini, verrà presentato alla 73° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. La pellicola, il cui titolo è "Facciamo Cinema", è stata realizzata dal regista rodigino Ivan Zuccon assieme a due insegnanti della scuola primaria "Don Milani" di Dueville e ai quarantacinque alunni delle classi quinte.Il film didattico, il cui scopo è la divulgazione del linguaggio cinematografico alle nuove generazioni, verrà proiettato questa sera alle 21 sullo schermo del Busnelli Giardino Magico 2016. Dopo la proiezione nell'area culturale duevillese di via Rossi, "Facciamo Cinema" verrà presentato domenica 4 settembre nello spazio della Regione del Veneto all'Hotel Excelsior del Lido di Venezia. Dai fratelli Lumiéré a Kubrick, da Quarto Potere alla saga di Star Wars, questo film racconta la storia del cinema attraverso le sue pietre miliari, mettendo in scena una ventina di pellicole tra le più celebri. Inoltre nel mediometraggio, lungo quasi 50 minuti, compaiono, interpretate dai bambini, le principali figure artistiche, tecniche e professionali che formano la troupe, con i loro compiti e ruoli. "In un mondo popolato da immagini in movimento, conoscere le regole che stanno alla base di questa forma espressiva è più che mai essenziale", ha affermato il regista, anche montatore e collaboratore fisso di Pupi Avati. Zuccon è stato assistente di Avati nel film "La Via degli Angeli" nel 2001.Il rodigino è considerato uno dei principali esponenti della new wave del cinema horror italiano e ha all'attivo sette lungometraggi. "Lavorare con così tanti bambini è stata un'esperienza esaltante. Ho cercato di insegnare loro un po' del mestiere e con meraviglia mi sono ritrovato ad imparare molte cose, specie per quel che concerne i rapporti umani, la spontaneità e la ricerca dello stupore. Questo progetto è stato possibile grazie a due insegnanti, Renata Bongiolo e Mirko Rossi, che, dopo aver affrontato in classe alcune lezioni sulla storia del cinema, hanno eseguito un lavoro esemplare sul set come scenografi, costumisti e assistenti alla regia." Fra meno di una settimana, grazie a Vicenza Film Commission, il film verrà presentato nello spazio della Regione del Veneto all'Hotel Excelsior del Lido di Venezia in occasione della 73° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia."Tutti si sono messi in gioco dai più timidi ed introversi ai più sicuri e dinamici, con le aule che sono diventate set, le lavagne e le tende le quinte di scenografie adattate e fatte nascere dal nulla con un po' di creatività e pochi mezzi", hanno aggiunto i docenti. "Essere protagonisti dentro le scene, nella loro preparazione e nella recitazione, ha dato ai ragazzi la reale dimensione di quali e quanti contributi sono necessari anche solo per realizzare un film a scuola, comprendendo, almeno in parte, la complessità della "macchina cinema"".Le riprese sono iniziate lo scorso marzo e sono continuate per tre mesi in orario extrascolastico, con gli insegnanti e Zuccon che si sono messi a disposizione gratuitamente. L'ingresso alla proiezione di questa sera al Busnelli Giardino Magico sarà gratuito.

Tagged under: scuola

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.