Aiuti a 30 famiglie con il pane solidale raccolto dagli scout

DUEVILLE. Primo anno del progetto dei ragazzi del clan "Nodo Gordiano"
Consegnati 1.600 chili ritirati da sei fornai del paese Rosa: «Ora vogliamo coinvolgere altre associazioni»

In poco più di un anno 1.600 chili di pane recuperati e donati alle famiglie in difficoltà economiche della zona. È il sorprendente dato emerso dal bilancio di "Pane in circolo", iniziativa proposta l'anno scorso dai ragazzi del clan "Nodo Gordiano" del gruppo scout "Dueville I" a sei fornai del paese. «Ogni giovedì sera tre giovani raccolgono il pane invenduto per poi consegnarlo a villa Maria, centro riabilitativo socio educativo sanitario di Vigardolo che a sua volta lo consegna a una trentina di nuclei famigliari bisognosi», spiega l'ideatrice del progetto, Elisabetta Lunardon. «In media recuperiamo sette sacchi da quattro chilogrammi ciascuno di pagnotte, per un totale di quasi 1.600 chili in 14 mesi di attività».I panifici che hanno accolto la proposta sono L'Oasi del Pane, Dai Fornari, La bottega del pane, Sapori e tradizioni, Panifico Marangon e Panificio Ceola. «Nessuno di noi si sarebbe mai aspettato di raccogliere un quantitativo così imponente», commenta un altro scout, Mattia Santini. «Da un lato siamo molto soddisfatti del risultato e anche dell'utilità dell'iniziativa, dall'altro numeri come questi ci hanno fatto riflettere sulla quantità di pane che si può recuperare in un paese relativamente piccolo come Dueville e con un unico giorno di raccolta a settimana». Con il termine del periodo di rodaggio di "Pane in circolo", il clan "Nodo Gordiano" intende far crescere quest'importante iniziativa legata alla solidarietà. «Il progetto vede la partecipazione di una trentina di ragazzi, di età compresa tra i 18 ed i 20 anni, e di altri dieci giovani che negli scorsi mesi hanno terminato il percorso nel gruppo e ora hanno dato la loro disponibilità e collaborano esternamente», spiega il capo scout Paolo Rosa. «Attualmente ci sono due obiettivi. Il primo è quello di portare i giorni di raccolta settimanale da uno a due, coinvolgendo anche altre associazioni del paese per il giro dei fornai. Il secondo, invece, è quello di proporre "Pane in circolo" anche ad altri gruppi scout della provincia di Vicenza».Oltre a villa Maria di Vigardolo, ente che si è reso disponibile a ricevere un maggiore quantitativo di pane poi distribuito a chi ne ha bisogno tramite una rete capillare sul territorio, sicuramente ci sono diverse realtà alle quali potrebbe interessare quest'iniziativa». Le associazioni, i gruppi e i cittadini che fossero interessati a dare un proprio contributo al progetto messo in piedi in questi ultimi 14 mesi dai ragazzi del clan "Nodo Gordiano" possono contattare il gruppo scout semplicemente scrivendo una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tagged under: solidarietà scout pane

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.