A 87 anni ritrova i suoi avi sul web

La storia di un ingegnere in pensione che ha scoperto i social network e ora non riesce a farne a meno

Francesco De Antoni grazie a Facebook ha ricostruito l´albero genealogico di famiglia rintracciando parenti in Brasile

«La verità è che quando si è vecchi è un po´ come ritornare bambini e ogni cosa diventa una conquista, anche usare un social network, soprattutto se ti permette di ritrovare parenti che vivono dall´altra parte del mondo e ricostruire l´albero genealogico della famiglia».
Francesco De Antoni racconta la sua storia davanti al suo inseparabile notebook. Niente di strano se non fosse che il signore in questione ha la bella età di 87 anni.
Originario della frazione di Povolaro, ex ingegnere in pensione ormai dal 1998, alla pagina personale Facebook dell´anziano si legge testualmente, tra le note biografiche, “Data di nascita : 17 giugno 1927".
Un´iscrizione quasi da Guinnes dei Primati quella di De Antoni che, sebbene non ci siano dati ufficiali, entra di diritto tra gli utenti più anziani al mondo del popolare social network.
Lui però si schermisce e spiega con semplicità: «Sa, sono un ingegnere, ho sempre lavorato per comprendere le cose e quando ho scoperto le potenzialità di Facebook mi si è aperto un mondo». Dalla sua casa di Polegge l´anziano si dedica con passione alle ricerche storiche sulla sua famiglia, ha adibito parte del soggiorno ad ufficio, dotandolo di computer di ultima generazione, stampante e fax. Lì trascorre gran parte delle sue giornate, come conferma anche la figlia Lucia.
«Ha imparato ad usare il computer da solo, è bravissimo e si arrangia in tutto, soprattutto da quando, grazie a Facebook, è riuscito a contattare alcuni lontani parenti che vivono in Brasile».
Impegnato da anni nella ricostruzione dell´albero genealogico della famiglia De Antoni, il signor Francesco è infatti riuscito a risalire ad alcuni rami di parentela emigrati nel paese sudamericano moltissimi anni fa.
«Prima ho cominciato spulciando gli archivi comunali cartacei, poi sono passato ad Arsas, il sito Internet dell´associazione recupero e salvaguardia degli archivi storici», spiega l´uomo. Incrociando i dati relativi al servizio di leva e agli espatri, è venuto a conoscenza dell´esistenza di un suo omonimo, un Francesco De Antoni emigrato in America il 27 novembre 1888.
Peccato però che nessun´altra informazione riconducesse a quel lontano parente; fino a quando, grazie a Facebook, la svolta.
«Nel 2011 sono venuti in Italia alcuni De Antoni del Brasile, li abbiamo conosciuti e abbiamo fatto delle foto ricordo assieme a loro -racconta Francesco - foto che poi sono state caricate sul social network». Una delle fotografie in particolare, è stata notata e commentata da un altro cittadino brasiliano, Rodrigo De Antoni Calixto, che ha fatto sapere di essere nipote di un Francesco De Antoni, proprio quel Francesco di cui il duevillese non aveva più avuto notizie. Potere della tecnologia e della curiosità che, anche a 87 anni, può fare miracoli:
«Grazie al web sono riuscito a risalire all´albero genealogico della mia famiglia fino al 1450, ma c´è ancora tanto da scoprire e non ho intenzione di fermarmi. Il web è utilissimo e ha delle potenzialità infinite, perchè non sfruttarle. Io il tempo ce l´ho e voglio impiegarlo nel migliore dei modi».

de antoni francesco

Tagged under: De Antoni genealogia

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.