Dal 19 marzo 2019, data in cui è apparsa la notizia della ricandidatura di Giusy Armiletti a Sindaco di Dueville nelle prossime elezioni amministrative del 26 maggio 2019, questo sito cessa di essere aggiornato. Anche la lista Civica che la sosteneva si rinnova e cambia nome. Si chiama Dueville in Comune. Ci vediamo nell'altro sito. Questo resta online come documentazione.

 

AS2019 GIUSYARMILETTI

Rassegna stampa

Anno 2019

Armiletti ci riprova da quota novanta

  • Categoria: Anno 2019
  • Visite: 130

DUEVILLE. Il sindaco uscente si ripresenterà per un secondo mandato.
La lista civica che la sosterrà cambia nome: sarà "Dueville in comune"
«Mi sento l'espressione di un gruppo che è riuscito ad ottenere quasi il cento per cento degli obiettivi prefissati. Il volto del paese è cambiato in meglio»

Giusy Armiletti si ricandida per un secondo mandato alla guida di Dueville. Alle prossime elezioni sarà l'attuale primo cittadino a rappresentare il gruppo "Democratici per Dueville", lista civica in maggioranza dal 2004, che ora prenderà il nome di "Dueville in comune".Perché ha deciso di ricandidarsi?Mi sento espressione di un gruppo che è riuscito a ottenere oltre il 90 per cento dei risultati prefissati, aggiungendo anche opere non previste dal programma elettorale. Mi ricandido per dare seguito al percorso amministrativo iniziato nel 2014.Armiletti e Dueville: cos'è cambiato negli ultimi 5 anni?Oggi mi sento più sicura nell'essere sindaco, sapendo che non si finisce mai di imparare. Non affronto questa sfida da sola, ma assieme ad amministratori preparati e competenti. Anche il volto di Dueville è mutato: abbiamo investito in parchi, sicurezza nelle scuole, viabilità e nelle associazioni. Dal punto di vista amministrativo c'è stato un incremento della ricerca di bandi per intercettare risorse da reinvestire in progetti, partecipando anche per importi bassi con l'obiettivo di non gravare sulle tasche dei cittadini. Ad esempio il milione e 700 mila euro di contributi esterni sui 14 milioni e 700 mila euro investiti in opere pubbliche o i 125 mila euro, su un totale di 200 mila, per l'attivazione di quasi 60 esperienze lavorative dedicate ai cittadini senza occupazione.Quali interventi giudica più importanti?L'istituzione di un assessorato e la destinazione di un dipendente per le politiche del lavoro: abbiamo creato opportunità lavorative come alternativa all'assistenzialismo, mettendo in gioco chi si trova in difficoltà. giusy ricandidataRilevanti anche la riqualificazione delle venti aree verdi del paese e la creazione del Dado Giallo e del Fablab, nato da un'idea di alcuni cittadini. Un'opera poco appariscente, ma fondamentale per i nostri giovani, è stata la messa in sicurezza degli edifici scolastici come la Don Milani, le scuole medie, la Fogazzaro (ora centro associativo) e le materne di via IV Novembre e di Passo di Riva. Vivaro e Povolaro sono state collegate a Dueville da percorsi ciclabili e abbiamo promosso la separazione della rete fognaria. Di pari passo è stato avviato uno studio progettuale con Viacqua per la futura realizzazione di un acquedotto che credo sia indispensabile per garantire sicurezza ai cittadini.Le questioni più spinose?Le problematiche relative alla tenenza dei carabinieri mi hanno rubato più di qualche ora di sonno. Attualmente siamo in fase di accertamento tecnico preventivo per capire la natura dei problemi e le eventuali responsabilità. Anche se l'opera non è stata realizzata nel mio mandato da sindaco, con il senno di poi avrei cercato tutte le alternative possibili, anche a rischio di ricorsi, per evitare affidamenti a ribassi eccessivi. Oltre che per l'apertura del parco delle Sorgenti del Bacchiglione, abbiamo lavorato per ridurre i ritardi nella realizzazione dell'ecocentro in comune e nel territorio di Monticello che avrebbe dovuto essere attivo dal 2017. Ci rammarica non essere riusciti a portare la medicina di gruppo a Dueville che, grazie a recenti sviluppi, potrebbe concretizzarsi nei prossimi mesi. Infine penso che la riqualificazione dell'area Lanerossi sia stato il cruccio di ogni amministrazione. Di recente alcuni imprenditori hanno manifestato interesse per l'area al fine di garantirle un destino diverso.Cosa vede nel futuro del paese?Lasceremo in eredità diversi progetti pronti per la realizzazione come il parcheggio nel centro di Povolaro, la rotatoria davanti al casello autostradale o l'ulteriore estensione della pubblica illuminazione. Se verremo eletti intendiamo intervenire sulla viabilità realizzando opere come i rondò sulla Marosticana a Passo di Riva e in corrispondenza degli incroci di via della Repubblica, ma anche chiudendo l'anello di ciclabili presenti e collegandole con i Comuni limitrofi

Via alla pista ciclabile da 350 mila euro lungo il Bacchiglione

  • Categoria: Anno 2019
  • Visite: 64

Collegherà via Bissolotti a Vivaro
L'assessore: «Un nuovo percorso per Vicenza e per le visite al parco»

Al via le opere per la realizzazione della pista ciclopedonale sull'argine sinistro del fiume Bacchiglione. Da pochi giorni sono iniziati i lavori del tracciato che collegherà via Bissolati al ponte della frazione di Vivaro. Un primo stralcio il cui costo ammonta a 225 mila euro sostenuti da Comune e Provincia. L'intero progetto - che prevede una seconda tranche di interventi da 125 mila euro per raggiungere il confine comunale con Caldogno - ha infatti ricevuto un contributo di 175 mila, ovvero la metà dell'importo complessivo di 350 mila euro, da parte dell'ente provinciale. «Si tratta di un'opera in programma da diverso tempo che finalmente siamo riusciti ad avviare: i lavori del primo stralcio dovrebbero terminare a settembre, ma speriamo che possano concludersi in anticipo. Poi partiranno quelli del secondo tratto», spiega l'assessore alla mobilità sostenibile Davide Zorzo. «Verrà creata una pista a doppio senso di marcia, percorribile sia da pedoni che da ciclisti. Il fondo non sarà asfaltato in rispetto dei vincoli paesaggistici: verrà steso un conglomerato che permetterà il transito delle bici compattandosi». Per l'assessore la ciclopedonale avrà una doppia valenza. «Aprirà un nuovo percorso sicuro per raggiungere Vivaro da Dueville e viceversa, ma soprattutto favorirà il turismo e le visite al parco delle Sorgenti del Bacchiglione, una delle zone naturalistiche più suggestive lungo il corso del fiume». «Anche i Comuni di Vicenza e Caldogno si sono attivati per realizzare dei percorsi sull'argine: al termine delle opere sarà possibile raggiungere il capoluogo berico in bici e da Vicenza arrivare fino al parco», conclude. «Al fine di garantire l'incolumità delle persone, l'area di cantiere sarà chiusa al transito di ciclisti e pedoni».

Le sorelle Lionzo

  • Categoria: Anno 2019
  • Visite: 82

A Dueville, le sorelle Lionzo nel 1946. Da sinistra Maria, Licia (Lucia), Bertilla (Albertina). Foto inviata da Gianluca Rigon figlio di Maria, nata nel 1943

 sorelle lionzo

Giusy Armiletti Sindaco di Dueville.

giusy armiletti“Nel mezzo del cammin del mandato amministrativo... ”

GRAZIE!

Solitamente i bilanci si fanno a fine mandato amministrativo, ma questi due anni e mezzo sono stati così intensi, ricchi ed impegnativiche mi sembra giusto proporvi alcune considerazioni che mi sento di fare, soprattutto in questo periodo che ci avvicina alle festività natalizie.
Altre ne troverete nello spazio dedicato alla nostra pagina politica.
Lo slogan scelto per la mia campagna elettorale era “rinnovare la continuità”.
Credo mi si possa riconoscere di aver fatto una scelta coraggiosa. La scelta di puntare su persone nuove non è stata facile, soprattutto nei primi mesi di mandato, durante i quali dovevamo tutti “imparare”, compreso per me l’essere Sindaco.
Ci siamo messi a disposizione, soprattutto per ascoltare la voce dei cittadini e soprattutto di chi non era abituato ad esprimere ai rappresentanti della pubblica amministrazione il proprio parere su tante questioni.
Tante confidenze sono state fatte, tante sofferenze sono state espresse o forse sono rimaste nascoste per quella forma di pudore che ci contraddistingue.
E credetemi è particolarmente difficile non poter fornire le risposte che chi hai di fronte spera di ricevere. Allo stesso tempo però, essere Sindaco è per me un’occasione unica, prendendo a prestito le parole di Marco Mengoni, per continuare a “credere negli esseri umani che hanno il coraggio di essere umani.”
Voglio allora utilizzare questo spazio per alcuni ringraziamenti.
Un primo grandissimo grazie lo voglio esprimere a tutti i consiglieri che con me stanno condividendo questa esperienza: amministrare significa SCEGLIERE, ogni giorno, per ogni più “piccola” questione. E ogni scelta porta con sé delle conseguenze. E come succede in ogni famiglia, in ogni gruppo, in ogni organizzazione, ogni scelta dell’Amministrazione porta con sé commenti, critiche o apprezzamenti, ma questo fa parte del gioco, altrimenti sarebbe più comodo lasciare tutto com’è. Contare su un gruppo di maggioranza attento, sensibile, coeso, che riesce a trovare una sintesi anche su decisioni particolarmente difficili e delicate è per me motivo di costante gratitudine e di orgoglio.
Voglio inoltre ringraziare l’Assessore Paolo Ronco che a metà settembre, per motivi lavorativi, ha presentato le dimissioni dalla carica: la sua presenza e competenza sono state per noi motivo di grandi soddisfazioni, e sapere che ora sta lavorando per la Comunità Europea non può che renderci particolarmente felici. Un ringraziamento particolare lo voglio rivolgere a tutti i dipendenti comunali e al Segretario Dr. Zanon: se stiamo concretizzando molte delle cose che ci siamo impegnati a realizzare lo dobbiamo anche a loro, che spesso riescono a garantire gli stessi servizi ai quali siamo ormai abituati anche in forze ridotte.
All’interno del Giornale troverete una riflessione del nostro concittadino Sergio Benetti, che voglio ringraziare perché riprende quanto ho espresso nel mio precedente editoriale: il bene comune possiamo e dobbiamo volerlo noi in quanto cittadini. La politica e la struttura comunale devono occuparsene, ma dove non possono arrivare è auspicabile l’intervento diretto dei cittadini e del volontariato, come già accade in tantissimi ambiti e con numerosissime associazioni.
L’ultimo grazie, particolarmente sentito, va allora a chiunque dedica del tempo alle più svariate forme di solidarietà.
Il mio augurio per il prossimo Natale è che sia, per tutti, occasione per ricordarci dell’umanità che è in ognuno di noi.
Buon Natale a Voi e alle Vostre famiglie e buon 2017.

Dicembre 2016

Il Sindaco
Giusy Armiletti

Timeline cronaca di un'avventura



26 maggio 2014

Giusy vince le elezioni con la percentuale più alta mai ottenuta a Dueville da quando si vota il sindaco con l'elezione diretta: il 48,05%

23 maggio 2014

Giusy diffonde l'ultimo appello al voto.

19 maggio 2014

TVA trasmette alle 20,30 una intervista a Giusy e agli altri candidati sindaci.

15 maggio 2014

Si svolge l'atteso confronto tra i tre candidati sindaci al Busnelli, strapieno con molta gente in piedi.

6 maggio 2014

Al Centro Arnaldi di Dueville con la quarta serata si chiude il ciclo di presentazione del programma. Ancora una volta en plein, con gente in piedi che non trova posto in sala.

5 maggio 2014

Pubblico delle grandi occasioni a Vivaro. Almeno 80 persone hanno chiesto, discusso, anche civilmente contestato. Alla fine un ricco aperi-cena offerto dai candidati è stato molto apprezzato.

29 aprile 2014

A Passo di Riva è stato presentato il programma a circa 25 persone.

28 aprile 2014

Al Villino Rossi a Povolaro si è tenuta la prima serata di presentazione dei candidati e del programma della Lista Civica Democratici per Dueville. Erano presenti circa 90 persone.

26 aprile 2014

Viene ufficialmente depositata la lista: Siamo il gruppo con la maggior presenza femminile: 8 donne oltre a Giusy

13 aprile 2014

Alla terza cena di autofinanziamento partecipano 130 persone.

9 aprile 2014

Da oggi, ogni mercoledi Giusy e il suo team incontrano i cittadini al mercato di Dueville

22 marzo 2014

Al Villino Rossi di Povolaro si svolge la seconda cena di autofinanziamneto. I candidati consilieri cucinano e servono 120 persone.

20 marzo 2014

Giusy apre la propria pagina personale su facebook. Nel giro di pochi giorni ha centinaia di amici.

27 febbraio 2014

Al centro Arnaldi Giusy inizia ascoltando gli elettori.
La sala è stracolma. Decine di interventi e nei giorni sucessivi arrivano molti contributi via email.

21 febbraio 2014

Si svolge la prima cena di autofinanziamento alla quale partecipano 100 persone. Si individuano i primi candidati al consiglio comunale.

30 gennaio 2014

Viene aperta la pagina facebook dei Democratici per Dueville

23 gennaio 2014

Giusy Armiletti accetta la sfida. Sarà candidata alla carica di sindaco di Dueville con la lista civica Democratici per Dueville

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.