Rassegna stampa

Anno 2019

Le sorelle Lionzo

  • Categoria: Anno 2019
  • Visite: 8

A Dueville, le sorelle Lionzo nel 1946. Da sinistra Maria, Licia (Lucia), Bertilla (Albertina). Foto inviata da Gianluca Rigon figlio di Maria, nata nel 1943

 sorelle lionzo

Creazzo e Dueville, sfida testa a testa

  • Categoria: Anno 2019
  • Visite: 9

CORSA CAMPESTRE/2. Si è chiuso ieri il campionato provinciale Csi. Union avanti di pochi punti in attesa dell'ufficialità
Nel corto la mamma Anna Beggio batte allo sprint la figlia Mariasole

MONTECCHIO PRECALCINO Si è concluso nella soleggiata mattina di ieri il campionato provinciale Csi di corsa campestre, ultimo appuntamento prima della rassegna nazionale dal 5 al 7 aprile al Parco di Monza. La gara organizzata dalla polisportiva Montecchio Precalcino, valida anche come campionato provinciale individuale Fidal di cross delle categorie ragazzi, cadetti, allievi, si è disputata come tradizione nel parco di Villa Bonin-Longare. Tra le esordienti il successo va a Elisabetta Fossalovara (Colli Berici) e a Fabrizio Pettenon (Spazi Verdi). La gara ragazze si decide nel rettilineo finale al termine della stretta salita con la veronese Lisa Stoico che lancia la volata staccando Giada Silo (Colli Berici) e Susy Migliorin (Dueville), in testa fino a quel momento. Gara combattuta fino all'ultimo anche quella della categoria ragazzi con Simone Vallortigara (Colli Berici) che riesce a staccare nel finale il nuotatore Giovanni Zulian (Spazi Verdi). Nelle cadette successo per Matilde Galleazzo (Montecchio Prec.no) a seguito della squalifica della prima atleta al traguardo per comportamento antisportivo. I giudici hanno "fischiato" una sorta di ostruzione: nello sprint finale avrebbe tagliato la strada alla rivale. Tra i cadetti si impone Davide Fanton (CSI Atl. Vicenza) davanti a Pietro Rizzo (Dueville) e a Edoardo Fin (Creazzo). L'età non sembra passare mai per Anna Beggio (Dueville), classe 1973, che trionfa nel cross corto femminile lasciandosi alle spalle Faiza Assam (Colli Berici), classe 2003, e vincendo la sfida in famiglia con la figlia Mariasole Muraro. La classifica di società della quinta e ultima prova del campionato vede salire al primo posto la Polisportiva Dueville, al via con 97 atleti, che ha saputo staccare di 64 punti l'Atletica Union Creazzo, in testa alla classifica provvisoria, che si è presentata a Montecchio Precalcino con 107 concorrenti. In attesa dell'ufficialità, il Creazzo dovrebbe essersi assicurato il titolo provinciale di società con una manciata di punti di vantaggio sul Dueville.A fare da prologo alla manifestazione la terza prova del nordic walking promozionale sulla distanza di 5km. Vittoria per Luigi Sesso (GSA Vicenza) e Riccardo Dal Prà (GSA). Tra le donne affermazione di Donatella Alberti (GS Astra).

Con Stivalaccio Don Chisciotte è il salvatore di Pantolone

  • Categoria: Anno 2019
  • Visite: 8

PROSA. A Dueville

DUEVILLE La rassegna Radici porterà sul palco del Busnelli di via Dante a Dueville lo spettacolo "Don Chisciotte" della Compagnia Stivalaccio Teatro. Oggi alle 20.45 andrà in scena la tragicommedia dell'arte, ambientata nel tardo Rinascimento. Durante l'appuntamento verranno narrate le vicende di Giulio Pasquati, padovano in arte Pantalone, e di Girolamo Salimbeni, fiorentino in arte Piombino. I due sono attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi e andranno in scena per raccontare come sono sfuggiti alla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza, ma soprattutto grazie al pubblico. Si partirà dall'ultimo desiderio dei condannati a morte per raccontare le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall'estro dei due saltimbanco che arrancheranno nel tentativo di procrastinare l'esecuzione, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. L'interpretazione e la regia sono di Michele Mori e Marco Zoppello. Ingresso a 8 euro, biglietto ridotto a 5 euro.

Giusy Armiletti Sindaco di Dueville.

giusy armiletti“Nel mezzo del cammin del mandato amministrativo... ”

GRAZIE!

Solitamente i bilanci si fanno a fine mandato amministrativo, ma questi due anni e mezzo sono stati così intensi, ricchi ed impegnativiche mi sembra giusto proporvi alcune considerazioni che mi sento di fare, soprattutto in questo periodo che ci avvicina alle festività natalizie.
Altre ne troverete nello spazio dedicato alla nostra pagina politica.
Lo slogan scelto per la mia campagna elettorale era “rinnovare la continuità”.
Credo mi si possa riconoscere di aver fatto una scelta coraggiosa. La scelta di puntare su persone nuove non è stata facile, soprattutto nei primi mesi di mandato, durante i quali dovevamo tutti “imparare”, compreso per me l’essere Sindaco.
Ci siamo messi a disposizione, soprattutto per ascoltare la voce dei cittadini e soprattutto di chi non era abituato ad esprimere ai rappresentanti della pubblica amministrazione il proprio parere su tante questioni.
Tante confidenze sono state fatte, tante sofferenze sono state espresse o forse sono rimaste nascoste per quella forma di pudore che ci contraddistingue.
E credetemi è particolarmente difficile non poter fornire le risposte che chi hai di fronte spera di ricevere. Allo stesso tempo però, essere Sindaco è per me un’occasione unica, prendendo a prestito le parole di Marco Mengoni, per continuare a “credere negli esseri umani che hanno il coraggio di essere umani.”
Voglio allora utilizzare questo spazio per alcuni ringraziamenti.
Un primo grandissimo grazie lo voglio esprimere a tutti i consiglieri che con me stanno condividendo questa esperienza: amministrare significa SCEGLIERE, ogni giorno, per ogni più “piccola” questione. E ogni scelta porta con sé delle conseguenze. E come succede in ogni famiglia, in ogni gruppo, in ogni organizzazione, ogni scelta dell’Amministrazione porta con sé commenti, critiche o apprezzamenti, ma questo fa parte del gioco, altrimenti sarebbe più comodo lasciare tutto com’è. Contare su un gruppo di maggioranza attento, sensibile, coeso, che riesce a trovare una sintesi anche su decisioni particolarmente difficili e delicate è per me motivo di costante gratitudine e di orgoglio.
Voglio inoltre ringraziare l’Assessore Paolo Ronco che a metà settembre, per motivi lavorativi, ha presentato le dimissioni dalla carica: la sua presenza e competenza sono state per noi motivo di grandi soddisfazioni, e sapere che ora sta lavorando per la Comunità Europea non può che renderci particolarmente felici. Un ringraziamento particolare lo voglio rivolgere a tutti i dipendenti comunali e al Segretario Dr. Zanon: se stiamo concretizzando molte delle cose che ci siamo impegnati a realizzare lo dobbiamo anche a loro, che spesso riescono a garantire gli stessi servizi ai quali siamo ormai abituati anche in forze ridotte.
All’interno del Giornale troverete una riflessione del nostro concittadino Sergio Benetti, che voglio ringraziare perché riprende quanto ho espresso nel mio precedente editoriale: il bene comune possiamo e dobbiamo volerlo noi in quanto cittadini. La politica e la struttura comunale devono occuparsene, ma dove non possono arrivare è auspicabile l’intervento diretto dei cittadini e del volontariato, come già accade in tantissimi ambiti e con numerosissime associazioni.
L’ultimo grazie, particolarmente sentito, va allora a chiunque dedica del tempo alle più svariate forme di solidarietà.
Il mio augurio per il prossimo Natale è che sia, per tutti, occasione per ricordarci dell’umanità che è in ognuno di noi.
Buon Natale a Voi e alle Vostre famiglie e buon 2017.

Dicembre 2016

Il Sindaco
Giusy Armiletti

Timeline cronaca di un'avventura



26 maggio 2014

Giusy vince le elezioni con la percentuale più alta mai ottenuta a Dueville da quando si vota il sindaco con l'elezione diretta: il 48,05%

23 maggio 2014

Giusy diffonde l'ultimo appello al voto.

19 maggio 2014

TVA trasmette alle 20,30 una intervista a Giusy e agli altri candidati sindaci.

15 maggio 2014

Si svolge l'atteso confronto tra i tre candidati sindaci al Busnelli, strapieno con molta gente in piedi.

6 maggio 2014

Al Centro Arnaldi di Dueville con la quarta serata si chiude il ciclo di presentazione del programma. Ancora una volta en plein, con gente in piedi che non trova posto in sala.

5 maggio 2014

Pubblico delle grandi occasioni a Vivaro. Almeno 80 persone hanno chiesto, discusso, anche civilmente contestato. Alla fine un ricco aperi-cena offerto dai candidati è stato molto apprezzato.

29 aprile 2014

A Passo di Riva è stato presentato il programma a circa 25 persone.

28 aprile 2014

Al Villino Rossi a Povolaro si è tenuta la prima serata di presentazione dei candidati e del programma della Lista Civica Democratici per Dueville. Erano presenti circa 90 persone.

26 aprile 2014

Viene ufficialmente depositata la lista: Siamo il gruppo con la maggior presenza femminile: 8 donne oltre a Giusy

13 aprile 2014

Alla terza cena di autofinanziamento partecipano 130 persone.

9 aprile 2014

Da oggi, ogni mercoledi Giusy e il suo team incontrano i cittadini al mercato di Dueville

22 marzo 2014

Al Villino Rossi di Povolaro si svolge la seconda cena di autofinanziamneto. I candidati consilieri cucinano e servono 120 persone.

20 marzo 2014

Giusy apre la propria pagina personale su facebook. Nel giro di pochi giorni ha centinaia di amici.

27 febbraio 2014

Al centro Arnaldi Giusy inizia ascoltando gli elettori.
La sala è stracolma. Decine di interventi e nei giorni sucessivi arrivano molti contributi via email.

21 febbraio 2014

Si svolge la prima cena di autofinanziamento alla quale partecipano 100 persone. Si individuano i primi candidati al consiglio comunale.

30 gennaio 2014

Viene aperta la pagina facebook dei Democratici per Dueville

23 gennaio 2014

Giusy Armiletti accetta la sfida. Sarà candidata alla carica di sindaco di Dueville con la lista civica Democratici per Dueville

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.